Trekking del Monte Rosa

Questo trekking itinerante di 5 giorni si svolge ai piedi del Monte Rosa,  montagna iconica delle Alpi  e si sviluppa attraverso la Valle d’Ayas e la Valle di Gressoney. L’itinerario segue sia percorsi ben battuti che tratti di sentiero meno conosciuti  in zone più remote e meno frequentate dal turismo di massa. Attraverseremo piccoli villaggi rurali molto caratteristici, costruiti dall’antica popolazione Walser di origine Germanica con i suoi misteri e le leggende che si tramandano da secoli, foreste spettacolari di abeti rossi e larici e, salendo più in quota, cammineremo lungo le rive di splendidi laghi glaciali. Per chi di voi vorrà cimentarsi in una salita alpinistica su ghiacciaio, l’ultimo giorno c’è la possibilità di raggiungere accompagnati da Rémy (Guida alpina valdostana) la Piramide Vincent  4.220 m s.l.m. Tieni la macchina fotografica a portata di mano e preparati per un’ indimenticabile vacanza trekking in Valle d’Aosta!

 

 In breve:

 

  • Durata: 5 giorni/4 notti

  • Pernottamento: 4 notti in rifugio con trattamento di mezza pensione (cena e prima colazione).

  • Dislivello totale +:

    • + 3.700 m itinerario trekking; + 3.700 m itinerario trekking; + 4400 per chi farà itinerario alpinistico ultimo giorno

    •  - 4.370 m circa riferito a itinerario di solo trekking con discesa ultimo giorno da Rifugio Mantova  a località Staffal  di Gressoney –La Trinitè; -   3550 m  per chi farà itinerario alpinistico ultimo giorno

  • Lunghezza: 58 km circa

  • Tipologia: trekking di gruppo con guida escursionistica naturalistica in totale autonomia (senza trasporto bagagli durante l’attività)

  • Altitudine del punto più alto del trekking: 3.498 m s.l.m. (Rifugio Mantova) - Per chi effettuerà salita alla Piramide Vincent (4.220 m s.l.m.)

  • Natura del terreno: sentiero di montagna con alcuni tratti che si sviluppano su settori di sfasciume e pietraia oppure morene di alta quota. È richiesta una buona capacità a muoversi in terreno accidentato

  • Possibili imprevisti: eventuali attraversamenti di tratti innevati

  • Trekking confermato con minimo: 6 partecipanti

 

Punti di forza:

  •  I numerosi laghi di origine glaciale che incontreremo lungo il tragitto

  •  L’osservazione della fauna selvatica

  •  Dei punti panoramici eccezionali sul massiccio del Monte Rosa

  • Villaggi Walser

  • possibilità di concludere il trekking salendo in cordata su un 4.000 iconico come  la Piramide Vincent

  • L’accompagnamento per tutto il trekking di una guida escursionistica naturalistica e di una Guida Alpina valdostane (quest'ultima durante la sola ascesa alla Piramide Vincent)

Date partenza:

 

17 luglio 2021

 

Altre date posso essere previste su richiesta per gruppi di minimo 6 persone

 

 

Difficoltà del trekking:

 

Circa 7 ore di marcia giornaliera in media. Dislivelli positivi da 720 à 1110 metri. E richiesta una buona capacità a muoversi su sentieri accidentati e una buona condizione fisica e di salute. Prevedete un buon allenamento, se possibile in montagna,  prima della vostra partenza.

 

Età minima: 16 anni

ITINERARIO DEL TREKKING

1° giorno loc. Saint-Jaques (Champoluc-Ayas)

Incontro con la Guida a Saint-Jaques (ore 8.00) nel comune di Ayas

Illustrazione dell’itinerario, verifica dei materiali ed inizio trekking

Prima tappa:  Saint-Jaques – Alpe Vardaz – Pian di Verraz  - Resy – Rif. Vieux Crest

Partendo dalla località Saint-Jaques (1.700 m s.l.m.), si imbocca il sentiero locale n°6 che raggiunge  il villaggio di Fiery (1.875 m s.l.m.)  e poi si prosegue attraverso il bosco di conifere fino all’alpeggio di Chucoz . L’itinerario prosegue in salita fino all’alpeggio di Vardaz (2.337 m s.l.m), punto più alto del trekking odierno, ubicato in un magnifico pascolo pianeggiante dominato dal ghiacciaio della Gobba di Rollin. La nostra escursione di gruppo prosegue poi in discesa,  seguendo fedelmente il tracciato del Tour del Monte Rosa fino ad arrivare al Plan di Verraz, ampio settore di fondovalle dominato dall’omonimo ghiacciaio che scende lungo il versante sud di montagne mitiche quali Castore e Polluce. Dal Plan di Verraz (2.069 ms.l.m.), il ns itineraio prosegue in direzione sud raggiungendo in un primo momento il villaggio Walser di Résy (2.086 m s.l.m) e, successivamente, dopo un lungo tratto a mezza costa che attraversa i boschi di Charcherioz e Frachey, il vilaggio di Crest dove pernotteremo presso l’omonimo rifugio (1.952 m s.l.m.), caratteristico rascard di origine Walser ottimamente conservato.

  •  7 ore  di marcia (pausa pranzo compresa)

  •  Lunghezza: 14 km circa

  •  Dislivello + 900 m

  • Dislivello - 700 m

  • Tipologia di alloggiamento: presso rifugio Vieux Crest con trattamento di mezza pensione (cena e prima colazione) 

2° giorno Rif. Vieux Crest

Prima Colazione in rifugio

Seconda tappa: Rif. Vieux Crest – Mascognaz – Colle Palasinaz – Rifugio Arp

Dal Rif. Vieux Crest ci si muove in direzione sud e dopo aver attraversato il torrente Cunéaz ci si addentra nel bosco di conifere che sovrasta Champoluc, fino a raggiungere il vallone pensile di Mascognaz, sul cui fondovalle è ubicato l’omonimo villaggio (1.810 m s.l.m.). Mascognaz è un antico villaggio walser con un’atmosfera fiabesca che è stato recentemente ristrutturato e trasformato in albergo diffuso costituito da rascard di legno che vi lasceranno un ricordo indelebile. Dopo aver visitato il villaggio, proseguiremo lungo il fondovalle e dopo aver raggiunto gli alpeggi di Chavanne (2.016  m s.l.m.)  e Praz Sec (2.152 m s.l.m.), seguiremo il tracciato del sentiero intervallivo 105 fino al Colle di Palasinaz (2.661 m s..m.). Questo colle è ubicato sullo spartiacque tra il vallone di Mascognaz e l’ampio anfiteatro dove si trovano i laghi di Palasinaz, 5 laghi la cui vista vi lascerà a bocca aperta. Dal colle raggiungeremo in discesa i succitati laghi e, dopo aver lambito le sponde  di alcuni di essi, raggiungeremo il Rifugio Arp (2.445 m s.l.m.), ubicato in una conca verdeggiante ai piedi delle Punte Valnera e Valfredda.

  • 7 ore di marcia (pausa pranzo compresa)

  •  Lunghezza: 12 km circa

  • Dislivello +  950 m

  • Dislivello -  440 m

  • Tipologia di alloggiamento: presso rifugio (Arp) con trattamento di mezza pensione (cena e prima colazione)

3° giorno Rifugio Arp

Prima Colazione in Rifugio

Terza  tappa:

  • Rif. Arp – Colle Valnera – Rif. Alpentzu – Gressoney- La Trinité;

  • Transfert in Bus da Gressoney La Trinité a loc. Staffal (10 min);

  • Transfert in ovovia da loc. Staffal a Rifugio Gabiet (15 min)

Dal Rifugio Arp  imboccheremo  il sentiero intervallivo 105 e, dopo un’ora 15 min circa di cammino, raggiungeremo il passo di Valnera (2.676 m s.l.m.), in un ambiente caratterizzato da pascoli alpini e dorsali rocciose. L’itinerario prosegue lungo il versante destro orografico della Valle di Gressoney, con una vista grandiosa sul massiccio del Rosa,  e declina rapidamente verso Gressoney-Saint-Jean che non raggiungeremo perché seguiremo l’itinerario del Gran sentiero Walser, fino a raggiungere il Rifugio Alpentzu Grande (1.780 m s.l.m.), ubicato nell’omonimo villaggio dove l’architettura Walser è rimasta mirabilmente conservata.  Dopo aver effettuato la pausa pranzo, continueremo a seguire il Grande sentiero Walser in direzione nord e, dopo un lungo tratto a mezza costa durante il quale incontreremo numerosi alpeggi,  raggiungeremo infine l’abitato di Gressoney-La-Trinité (1.640 m s.l.m.). Da qui ci sposteremo in navetta per raggiungere la località Staffal (transfert di 10 min) e salire sull’ovovia che in 15 min circa ci porterà ai 2.375 m del rifugio Gabiet, ubicato sulla sponda destra dell’omonimo bacino artificiale.

  • 6/7 ore di marcia (pausa pranzo compresa)

  • Dislivello +  710 m

  • Dislivello -  1510 m

  • Tipologia di alloggiamento: presso rifugio (Gabiet) con trattamento di mezza pensione (cena e prima colazione) 

4° giorno Rifugio Gabiet

Prima Colazione in Rifugio

Quarta  tappa: Rif. Gabiet –  Rif. Mantova (3.498 m s.l.m.)

Questo trekking ci permette di raggiungere le terre alte e il regno dei ghiacciai. Il sentiero si sviluppa in un primo momento su dossi erbosi dopodiché su settori rocciosi e di sfasciume che richiedono una buona capacità di muoversi in terreni accidentati. Nell’ultimo tratto del’escursione, dove spesso si incontrano gruppi di camosci e stambecchi dediti al pascolo,  ammireremo dinanzi a noi il ghiacciaio del Lys che domina maestoso la valle  di Gressoney.

  • 5 ore di marcia (pausa pranzo compresa)

  •  Dislivello +  1107 m

  • Dislivello -  0  m

  • Tipologia di alloggiamento: presso rifugio (Mantova) con trattamento di mezza pensione (cena e prima colazione)

N.B.

 

I programmi sopradescritti sono dati a titolo indicativo e possono essere modificati per cause esterne all’organizzazione (condizioni meteo avverse, livello tecnico dei partecipanti, etc.). La guida si riserva sin d’ora  la facoltà di modificare l’itinerario in funzione delle condizioni meteo o se la sicurezza del gruppo lo rendesse necessario.

 

Quota per persona:

 

20 luglio                        350 €

 

 

La quota di partecipazione comprende:

 

  • assistenza tecnica della Guida escursionistica naturalistica durante tutto il trekking

  • assicurazione RC verso terzi per infortuni dovuti a comportamenti negligenti della guida                          

  • 3 pernottamenti (2 in rifugio + 1 in albergo) con trattamento di mezza pensione (cena e prima colazione)                         Tipologia della camera: 2 notti in rifugio (dormitori da 6 a 15 persone a seconda del rifugio + 1 notte in albergo (camera familiare da 4 a 5 persone)

 

La quota di partecipazione non comprende:

 

  • materiale ed attrezzatura personale

  • le spese di viaggio per arrivare al luogo di ritrovo del primo giorno

  • pasti e bevande non menzionati (nello specifico, l'acquisto del pranzo al sacco presso il rifugio)

  • le bevande extra in rifugio

  • tasse di soggiorno

  • tutto quanto non indicato alla voce “La quota di partecipazione comprende”.

  • In caso di modifica dell’itinerario per cause esterne all’organizzazione (condizioni meteo avverse, livello tecnico dei partecipanti, etc.) le spese non previste saranno addebitate ai partecipanti.

 

Elenco equipaggiamento trekking di più giorni:

 

Zaino 40-50 lt.

 

Abbigliamento da indossare:

 

Scarponi da trekking

Pantaloncini da montagna

Maglietta maniche corte (meglio se di materiale traspirante, tipo microfibra)

Calze da montagna non corte

Cappellino per il sole/bandana

Occhiali da sole

Giacca windstopper

Dentro lo zaino:

Pantalone lungo da montagna (tipo Schoeller, soft shell)

Magliette di ricambio (n°3)

Calze di ricambio

Intimo di ricambio

Maglietta a maniche lunghe

Calzamaglia da utilizzare in caso di freddo e come indumento per la notte

Giacca a vento impermeabile  (tipo Gore-tex, pac-lite)

Mantella per la pioggia

Coprizaino se non incorporato nello zaino stesso

Necessario per lavarsi (dentifricio, bagnoschiuma ecc)

Asciugamano

Berretto di lana

Guanti

Borraccia/thermos + snack (tipo barrette ai cereali, cioccolato)

Sacco a letto per il rifugio

Sandali o scarpe da ginnastica (per il rifugio)

Crema solare

Coltellino multiuso

Bastoncini da montagna

Farmacia personale (antidolorifici,compeed, aspirina)

Lampada frontale

Macchina fotografica

 

Iscrizione:da effettuarsi entro 15 giorni prima della data scelta per effettuare il trekking (previo raggiungimento della quota

                  minima di partecipanti - n°6), acquistando il biglietto direttamente dal nostro ticketshop online (versando in                                    anticipo la quota intera di partecipazione), oppure versando una caparra del 30% tramite bonifico bancario sul                              conto IBAN IT83D0306901205100000112787 e saldando la quota residua in contanti alla fine dell'attività.

 

Link utili:

 

 

 

solo treking.PNG
trekkin piramide.PNG